Eating Disorder Examination (Edizione 17.0D – Versione italiana)

Christopher G Fairburn, Zafra Cooper e Marianne E. O’Connor

Traduzione italiana: Riccardo Dalle Grave e Simona Calugi

La diciassettesima edizione dell’EDE è l’ultima versione di questo strumento ampiamente utilizzato. Tutti i cambiamenti rispetto alla precedente edizione (EDE 16.0D; Fairburn, Cooper e O’Connor, 2008) derivano dalla necessità di generare le diagnosi DSM-5 di disturbo dell’alimentazione. I principali cambiamenti sono i seguenti:

L’item sulle mestruazioni è stato rimosso in quanto non è più un criterio diagnostico per l’anoressia nervosa
Gli item diagnostici si focalizzano esclusivamente sugli ultimi tre mesi dal momento che il lasso di tempo di sei mesi per il disturbo da alimentazione incontrollata è stato ridotto a tre mesi
I riferimenti a “il cui peso potrebbe renderli eleggibili per la diagnosi di anoressia nervosa” sono stati sostituiti da “il cui peso potrebbe essere visto come “significativamente basso”
In tutti gli altri aspetti significativi lo strumento è uguale all’edizione EDE 16.0D. L’edizione 17.0D genera dati compatibili all’EDE 16.0D.

L’EDE.17.0D. è stato validato in italiano:

Calugi S, Ricca V, Castellini G, Lo Sauro C, Ruocco A, Chignola E et al. The Eating Disorder Examination: Reliability and validity of the Italian version. Eating and Weight Disorders. 2015. doi:DOI 10.1007/s40519-015-0191-2. PubMed
 

  EDE-17.0D.Verisone Italiana

Questo sito utilizza cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “Maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su "Accetto" acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi