La gestione dei casi complessi nei disturbi dell’alimentazione


Data del corso
22-23 maggio 2020

Iscrizioni

Sede del corso
Firenze
NH Hotel – Piazza Vittorio Veneto, 4/a – 50123 Firenze
Tel. 02 87368144 – 055 2770
– Dalla stazione ferroviaria di Santa Maria Novella l’hotel dista 1,1 km
– L’hotel dispone di un parcehggio a pagamento, situato a 0,02 km

Tipologia del corso
Corso avanzato di aggiornamento rivolto soprattutto a medici, biologi, dietisti, psicologi e psicoterapeuti, tecnici della riabilitazione psichiatrica che abbiano intenzione di acquisire il know-how più aggiornato nella cura dei disturbi dell’alimentazione.

Accreditamento ECM
Evento in fase di accreditamento ECM per medici, psicologi, biologi nutrizionisti, dietisti e tecnici della riabilitazione psichiatrica

Docenti

Dalle Grave Riccardo, medico e psicoterapeuta specialista in endocrinologia e scienza dell’alimentazione | Responsabile dell’Unità di Riabilitazione Nutrizionale della casa di cura Villa Garda. Direttore scientifico dell’Associazione Italiana Disturbi dell’Alimentazione e del Peso (AIDAP)

Calugi Simona, psicologa psicoterapeuta e dottore di ricerca | Responsabile della ricerca clinica dell’Unità di Riabilitazione Nutrizionale della casa di cura Villa Garda. Presidente dell’Associazione Italiana Disturbi dell’Alimentazione e del Peso (AIDAP)

Quote di iscrizione

Socio operativo * – Euro 100,00 + IVA (TOT Euro 122,00)
Socio ordinario * – Euro 300,00 + IVA (TOT Euro 366,00)
Socio professionista * – Euro 350,00 + IVA (TOT Euro 427,00)
Studente ** – Euro 230,00 + IVA (TOT Euro 280,60)
Professionista non tesserato – Euro 400,00 + IVA (TOT Euro 488,00)

* in regola con la quota associativa AIDAP 2020
** allo studente non vengono assegnati i crediti formativi ECM

Per informazioni e iscrizioni
POSITIVE PRESS
Tel. 0458103915
E-mail: corsi@positivepress.net
Sito web: www.positivepress.net


 
La nozione che esista solo un sottogruppo di “casi complessi” non si può applicare ai disturbi dell’alimentazione. Infatti, quasi tutti i pazienti affetti da disturbi dell’alimentazione possono essere considerati dei casi complessi. La maggior parte soddisfa i criteri diagnostici per uno o più disturbi psichiatrici DSM-5, in particolare la depressione clinica, i disturbi d’ansia e i disturbi da uso di sostanze, e molti attraggono la diagnosi di disturbo della personalità. Le complicazioni fisiche sono comuni e un sottogruppo ha una co-esistente e interagente patologia medica. Le difficoltà interpersonali sono la norma e l’andamento cronico del disturbo può avere un impatto fortemente negativo sullo sviluppo e sul funzionamento interpersonale della persona. Tutto questo evidenzia che la complessità è la norma piuttosto che l’eccezione nei pazienti affetti da disturbi dell’alimentazione.
Il corso si propone di presentare le modalità previste dalla terapia cognitivo comportamentale migliorata (CBT-E) per valutare e affrontare in modo pragmatico le problematiche cliniche che coesistono al disturbo dell’alimentazione. Per favorire un apprendimento pratico verrà anche descritto un caso clinico “complesso” per illustrare le procedure e strategie che sono state utilizzate con la CBT-E.

 

Programma
Venerdì 22 maggio

– Registrazione dei partecipanti
– CBT-E per i disturbi dell’alimentazione: una visione di insieme
– Psicopatologia specifica o psicopatologia generale?
– La ricerca attuale sulla relazione tra psicopatologia specifica e psicopatologia generale nel trattamento dei disturbi dell’alimentazione
– Strategie e procedure della CBT-E per affrontare la psicopatologia generale

Sabato 23 maggio

Descrizione di un caso complesso trattato con la CBT-E
– Descrizione della fase di preparazione alla CBT-E
– Descrizione della fase uno della CBT-E
– Descrizione della fase due della CBT-E
– Descrizione della fase tre della CBT-E
– Descrizione della fase quattro della CBT-E

Ricordiamo che i corsi non abilitano all’elaborazione di diete o piani alimentari o alla cura e al trattamento di patologie in campo nutrizionale, in assenza di precedenti ed adeguati titoli abilitanti secondo quanto disposto dalle leggi vigenti.